Top
segno della Vergine

Astrologia: scopri il segno della Vergine

Astrologia: il segno della Vergine

Caratteristiche, allegoria e mito del segno

Cari amici di viaggio, continua il percorso dell’Anima attraverso i segni zodiacali:  sesto segno che vi proponiamo è  il segno della Vergine

 

MOMENTO  STAGIONALE

E’ un momento particolare dell’anno, dopo la prosperità, la ricchezza, la luminosità del Leone che ha raggiunto l’Io-Sono, superando l’egoismo e il potere personale, ora viene verso di noi un segno di terra, un segno di prudenza, di umiltà, di servizio, di analisi, di sintesi.
Dopo l’esplosione solare della forza Yang, sarà un’energia femminile che avrà il compito di ridimensionare quella maschile, di mettere ordine, controllare,  conservare e prevenire, in visione di un futuro che non si prospetta roseo.
Siamo alle porte dell’Autunno, quando l’energia, arrivata al massimo, si sta trasformando: i valori dello zolfo e del fosforo che, dal segno dell’Ariete (primavera),uscendo all’esterno, avevano riscaldato sempre più l’aria, ora cominciano a trovare la strada del rientro nella terra, dove continueranno la loro azione, nel nutrimento dei semi durante l’inverno.

 

MERCURIO:  MAESTRO DEL SEGNO 

Mercurio

Il segno della Vergine è il terzo segno che chiude la stagione estiva, un segno di terra, mobile, femminile che si occupa proprio del rientro dell’energia e di insegnare agli uomini come conservare l’abbondanza e la ricchezza ottenuta  nel segno precedente.
Gli uomini antichi ,in questo periodo autunnale, si ponevano il problema di come mantenere il raccolto, della conservazione delle provviste, in previsione dell’inverno, ed acuirono così l’intelligenza per migliorare le loro condizioni di vita.
Ecco perchè il segno della Vergine, segno che coincide con l’entrata in questo periodo, ha come pianeta-guida MERCURIO che rappresenta la funzione specifica dell’essere umano, quella  intellettiva capace di “collegare eventi e situazioni per arrivare ad una sintesi.
L’attività basilare per la sopravvivenza infatti richiede una mente razionale, analitica, una capacità innata di organizzazione e pianificazione: tutte caratteristiche che appartengono alla funzione di Mercurio che, in questo segno, spinge ad una visione più oggettiva e pragmatica della realtà.
Non è il Mercurio dei Gemelli che abbiamo  conosciuto, quello primaverile, curioso, superficiale, giocherellone che si apre alla vita e alla comunicazione esterna; in questo segno il pianeta  svolge una  funzione che va nelle profondità della natura, va oltre le cose come ci appaiono, non guarda solo la foglia ma capisce che tutto quello che viene espresso dalla foglia, proviene dalle radici, dal contatto con la terra e con i suoi tesori nascosti (minerali).

 

 

ALLEGORIA DEL SEGNO DELLA VERGINE

 “A te, Vergine, io chiedo di giudicare ciò che l’uomo ha fatto della Mia Creazione. Devi esaminare il suo comportamento con molta attenzione e ricordargli i suoi errori, affinché, tramite te, sia compiuta la Mia Creazione. Per questo io ti dò la Purezza di Spirito”.

Il dono della Vergine è la Purezza di Spirito, legata cioè ad un’indagine oggettiva della realtà ma se non avremo lavorato al superamento dell’ego, avremo una visione soggettiva degli eventi e non potremo giudicare obiettivamente.
Il senso dell’analisi e della critica, è una peculiarietà di questo segno, data dalla forza di Mercurio . Nell’Allegoria viene dato  il compito di controllare ciò che l’uomo ha fatto della creazione divina ma la critica deve essere usata in senso evolutivo, attraverso un’osservazione distaccata delle cose, e non come sterile polemica soggettiva.

 

 

IL SEGNO:  LA  VERGINE

Simbolo della Vergine

Il passaggio nel segno della Vergine è molto intenso, c’è il primo incontro con il piano nascosto di noi, infatti il suo glifo  ♍︎ una M con la zampa introvertita, indica l’inizio del primo passo di collegamento con la nostra parte nascosta, con il mistero della vita.
E’ il secondo  segno di terra.
Rispetto al primo, il Toro, dove incontriamo la radice dell’essere e  dove nasce “l’Anima Senziente” che si esprime attraverso il sentire e il contatto col corpo ( Venere ) ; nella Vergine ,con la presenza di  Mercurio,  si indaga sull’ origine della vita e  sulle Leggi che hanno creato l’Universo.
In questo segno si esprime  l”Anima Razionale” ossia la capacità critica che è data all’uomo e che prevede un necessario distacco dalle cose per poterle analizzare.
Qui,  Mercurio diventa oggettivo e analitico, con la capacità di sviluppare in noi, l’ “Osservatore”, cioè quella funzione che ci permette di osservare, con distacco, noi stessi e la realtà.

L’Oggettivazione infatti è un moto di separazione anche da sè stessi, che solo l’uomo possiede, rispetto agli animali, totalmente immersi nella natura.

Anche l’essere umano  fa parte della natura ma poichè gli è data l’autocoscienza, può proiettarsi nel futuro, analizzare i contenuti delle cose, studiarle  ed arrivare alla  conoscenza delle Leggi.
Il Mercurio della Vergine, come abbiamo già detto, non collega solo le cose esterne ma anche gli elementi  più profondi e inconsci dell’essere umano; per chi intraprende un percorso analitico,  Mercurio è  l’accompagnatore che  guida e sorregge nel viaggio interiore per liberare le proprie potenzialità e guidare verso la Rinascita e l’espansione di Coscienza.

 

 

CARATTERISTICHE DEL SEGNO DELLA VERGINE

La Vergine è un segno di grande  significato: è un’ottima organizzatrice e lavoratrice,  ha presente lo scorrere del tempo per cui sa programmare le cose nell’arco della giornata e degli anni,  sa conservare gli alimenti, pensiamo alle conserve delle nostre nonne, è prudente e spesso l’avarizia, di cui è stata tacciata, non è altro che una prudenza, espressa all’eccesso.
E’ collegata con l’elemento del pensiero, ha il senso della continuità, è impegnata nella ricerca, nella conoscenza, nella cura del corpo e della salute, ha la vocazione del servizio agli altri e lo fa con grande umiltà.
E’  il segno dei medici, degli analisti, degli infermieri, dei detective, s’interessa della salute e della malattia .
Attraverso lo studio e la  ricerca  prende coscienza che siamo fatti di energia luminosa Yang ed energia oscura Yn, dove l’oscuro non è qualcosa di negativo ma è l’elemento femminile d’introspezione per entrare in se stessi ed operare una sintesi.
Ci ammaliamo proprio quando queste due energie non sono equilibrate all’interno di noi e quindi, superando  la legge della Dualità, dovremo riconoscere ed integrare gli elementi dissonanti  perchè l’equilibrio nell’uomo deriva proprio  non dalla guerra ma dalla sintesi degli opposti ( Jung ) e questo lo si ottiene quando le due funzioni di Mercurio (analisi e sintesi funzionano in sincronia).
E ancora,  il soggetto Vergine è laborioso, paziente, meticoloso, sfida i propri limiti con uno scrupolo ,a volte maniacale, tende a dare più spazio al dettaglio, lasciandosi sfuggire l’insieme e perdendo così di vista il globale.
Non dovrebbe dimenticare che l’Anima Razionale è una grande  opportunità per l ‘uomo, ma  se la conoscenza non  viene integrata nel Cuore, la Mente ci porterà sempre più a dividere, sezionare, comparare. Usare bene la funzione di Mercurio significa avere la capacità di indagine e di sintesi, saper entrare in profondità per vedere i particolari ma poi reintegrare ogni cosa, nella Totalità.
Ed ecco allora che il limite di questo segno, potrebbe essere quello di rimanere ancorato alla mente, inibendo le funzioni del sentimento e delle emozioni: troppa razionalità, cura del dettaglio e perfezionismo.
Per questo motivo è  molto importante che, fin dall’infanzia, i bambini abbiano intorno un ambiente familiare caldo e accogliente per costruirsi un rapporto di amore ed accettazione del proprio corpo, altrimenti  nell’età adulta, si potrebbero avere problematiche relative all’integrazione Mente-Corpo.
Una persona troppo mentale infatti potrebbe rifiutare i messaggi del corpo, dimenticando che esso è il tempio dell’Anima e quindi è importante saper ascoltare quello che ci comunica attraverso le somatizzazioni, per poter integrare parti di noi che non abbiamo riconosciuto.

 

 MITO DEL SEGNO DELLA VERGINE

Locri Pinax Persephone Opens Liknon Mystikon.jpg

Nella Mitologia questo momento stagionale veniva rappresentato da un Mito che parla di Separazione – Distacco – Ombra – Inferi – Collegamento – Sintesi.
E’ il  MITO di PERSEFONE che rapita da Ade viene staccata dall’Olimpo e trascinata negli Inferi.

Viene strappata con violenza da Demetra, dea dell’agricoltura che soffre di questo distacco (vi invito a rileggere il mito).
Persefone rappresenta l’incarnazione dell’ Anima umana che viene strappata dalla dimensione di collegamento con le forze spirituali (Olimpo) e portata nell’Ade dove incontrerà il mondo dell’Ombra nel quale potrà perdersi o prendere coscienza di sè.
Solo in quest ‘ultimo caso riuscirà a conquistarsi il ricollegamento consapevole con i mondi dello Spirito.
I Greci rappresentavano l’inconscio come l’elemento dell’OMBRA, la radice della vita e il Mercurio della Vergine era chiamato “Psico-pompo” cioè accompagnatore  delle anime nel mondo dell’Ade.
L’inconscio quindi è il mondo dell’Ombra dove sono depositate le nostre radici nascoste, da cui scaturiscono le nostre energie e le immagini che si esprimono attraverso i sogni, facendo luce nell’inconscio, potremmo sviscerare i fantasmi interiori che ci vivono e superando la paura, frutto dell’ignoranza, potremmo finalmente diventare coscienti e liberare le nostre forze nascoste, rappresentate dagli Archetipi.

Nessun Commento

Lascia un Commento